CategoriesLa cucina di Checco

Insalata di riso

Freschezza, festa di colori, libertà alla fantasia nell’accostamento degli ingredienti, velocità e facilità nella preparazione: L’insalata di riso porta con sé tutte queste qualità, oltre al fatto che è un piatto amato anche dai più piccoli e grazie al quale si può finalmente assaporare il gusto dell’estate. Immancabile nella nostra rubrica per la prima settimana della bella stagione!

[Cenno storico: l’origine del piatto è sicuramente attribuibile al suo ingrediente principale, il riso. Importato dagli arabi in Europa nel 300, diventa alimento per tale pietanza solo alla fine del Medioevo, poiché a quei tempi era considerato “da selvaggi” consumare un piatto crudo. In età moderna, unito agli ingredienti tipici delle regioni che ha incontrato, diventa esempio concreto di koinè internazionale (paella in Spagna, cous cous in Maghreb, insalata in Italia]

 

Ingredienti

300 g di Riso
200 g di Tonno sott’olio
100 g di Wurstel di maiale
80 g di piselli surgelati
150 g di Pomodorini del piennolo
75 g di Peperoni rossi
75 g di Peperoni gialli
150 g di Groviera
80 g di Olive nere denocciolate
10 fili di Erba cipollina
Olio extravergine d’oliva Punzo q.b.
Sale fino q.b.

 

Preparazione

  1. Lavare i peperoni eliminando prima il picciolo, poi i semi e i filamenti interni; tagliarli a strisce e poi a cubetti e infine riporli in una ciotola capiente.
  2. Tagliare a metà i pomodori, svuotarli e poi tagliarli a cubetti; stessa forma anche per la groviera.
    Attenzione: Tenere la scodella lontana dalla portata di Assuntina “piede fatato”, abitante del secondo piano: la vista di un cubo potrebbe farle risvegliare la grazia dell’elefante insita in lei!
  3. Tagliare a rondelle i wurstel e le olive denocciolate.
  4. Tritare l’erba cipollina e tenerla da parte: servirà per aromatizzare l’insalata.
  5. Il condimento è pronto. Ora occuparsi del riso: Mettere a bollire dell’acqua salata e versare il riso.
  6. Dopo 10 minuti di cottura aggiungere i piselli sgranati e continuare a cuocere il tutto per altri 5 minuti.
    N.B.: L’utilizzo del suddetto legume potrebbe provocare un sussulto da parte di Nonna Rosa. In tal caso si consiglia di accompagnarla al cospetto di Nonno Ciccio, seduto sul divano a rimirare il muro, in un religioso silenzio: i bollenti spiriti cesseranno all’istante.
  7. A cottura ultimata scolare riso e piselli e unirli al condimento precedentemente preparato.
  8. Scolare dall’olio di conservazione il tonno e unirlo al riso.
  9. Per terminare aromatizzare con l’erba cipollina tritata e mescolare il tutto aggiungendo un’abbondante pioggia di olio extravergine d’oliva Punzo per amalgamare gli ingredienti.
    Attenzione: Per “erba cipollina” non si intende la sostanza stupefacente consumata da Massimo Boldi.
  10. Coprire la ciotola con la pellicola e conservare l’insalata nel frigo, di modo che il riso assorba tutti i sapori.

 

Consiglio: Per rendere l’insalata più saporita si può aggiungere la maionese o l’aceto balsamico. Per conservarla si può racchiudere in un contenitore ermetico per 2-3 giorni. In caso di tempi di conservazione prolungati, si consiglia di consegnare il prodotto a Totore “o’ fravacatore”, il quale saprà utilizzarlo come ottimo sostituto del calcestruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *