Categories30 usi alternativi dell'olio d'oliva

Olio d’oliva per rimuovere gli aculei dei ricci di mare

Tutti conosciamo gli usi più comuni dell’olio d’olio di oliva, tutti totalmente legati al mondo culinario: Per condire, friggere, abbellire e insaporire i cibi. Ma cerchiamo di allargare un po’ le nostre vedute e immaginiamo gli usi più svariati di questo straordinario prodotto, così ricco di sostanze nutritive, in particolare la vitamina E, piena di radicali liberi che contrastano l’invecchiamento della pelle; la vitamina A, che impedisce la secchezza delle mucose; il beta-carotene, che dona elasticità alla pelle; degli acidi che sono cicatrizzanti.

Sono innumerevoli gli usi alternativi dell’olio dell’oliva, che proprio grazie a queste sue caratteristiche si presta in maniera ottimale ad altri impieghi, donando sicuramente quel lato salubre e benefico che manca ai metodi più convenzionali. Nello specifico, con questa nuova rubrica, vogliamo indicare 30 utilizzi possibili dell’olio d’oliva.

Vi è mai capitato inavvertitamente di sfiorare al mare un riccio per sbaglio? Sicuramente avrete sentito un gran dolore dai suoi aculei, con un po’ di olio d’oliva Punzo riusciremo a far uscire gli aculei che si sono conficcati nella pelle:

  1. Porre poche gocce di olio d’oliva Punzo sulla parte colpita.
  2. L’azione emolliente dell’olio riuscirà ad allargare i pori della pelle e vedrete la punta degli aculei uscire spontaneamente.
  3. A questo punto munirsi di una pinzetta e delicatamente rimuovere i fastidiosi aghi.

Utile e semplice, per un risultato soddisfacente, in completa naturalezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.